🌧️ PREVISIONI PER SABATO 11 E DOMENICA 12 MAGGIO 🌩️

♦️UN NUOVO IMPULSO ARTICO TERRÁ IN SCACCO L’IMMINENTE WEEK-END♦️

Buona serata a tutti gli amici di Serenissima Meteo con questa bella immagine dal rifugio Auronzo che mostra consistenti nubi termoconvettive orografiche.

⛈SITUAZIONE GENERALE⛈
Mentre in Spagna si prevedono per il fine settimana temperature massime tra i 30 e 34 gradi, qui da noi a “soli” 1500 km avremo 15 gradi in meno. Cosa succede? Recenti studi scientifici hanno evidenziato come, a causa del surriscaldamento dell’Artico, le onde di Rossby ( vedi post dell’amico Francesco Pupo) cioé i nastri trasportatori delle perturbazioni, risultano meno dinamici e piú amplificati lungo i meridiani; ciò implica il permanere su una stessa area di periodi prolungati di bel tempo e caldo ( promontori) vedi le numerose ondate di caldo specie estive alternati a meno frequenti periodi freddi e/o piovosi ( saccature). Una congiuntura fredda di questo tipo ha iniziato ad interessarci giá dallo scorso 3 maggio. L’immagine ( fig 2 anomalia termica 850 hPa ECMWF) mostra chiaramente come le diverse aree piú calde e piú fredde (rispetto alla media climatica) si distribuiscono in senso meridiano. Nell’ambito di questo scenario un nuovo apporto freddo influenzerá il week-end associato ad un sistema depressionario che dall’Artico si spingerá fino alla Tunisia ( fig 3 geop. e anomalie a 500 hPa ECMWF). Ciò dará origine, tra sabato notte e domenica mattina ad una ciclogenesi con minimo prossimo al Golfo di Genova ( fig 4 carta sinottica -DWD) e vista la presenza di -25 gradi a circa 5500 m sono da attendersi iniziali temporali localmente intensi.

🔷PREVISIONI PER SABATO
Prima parte della giornata ancora spesso soleggiata con passaggi di nubi più consistenti in montagna, nel corso del pomeriggio-serata peggioramento con nuvolositá irregolare associata a rovesci e fenomeni temporaleschi localmente grandinigeni più importanti sui rilievi e pedemontana ( fig 5 max riflettività radar prevista COSMO-D2); attesi quantitativi cumulati nel 24 ore di circa 25-30 mm. Nevicate inizialmente sui 1800-2000 metri verso notte abbassamento a 1500-1700 metri.
🔹TEMPERATURE
📍minime: dai 12/13 gradi dell’entroterra fino ai 14/15 gradi vicino la costa.
📍massime: tra i 19/20 gradi nella parte centrale della regione fin verso i 22/23 gradi in quella piú meridionale.
ZERO TERMICO: Inizialmente sui 2500-2600 m in discesa nella notte a 2000 metri

🔹VENTI: Orientali dapprima deboli, nel corso della giornata aumento di intensitá e verso notte provenienza da nord est per ingresso della bora associata ad intense raffiche specie sulla costa. Colpi di vento nelle aree temporalesche.

🔷PREVISIONI PER DOMENICA
Da Irregolarmente nuvoloso a coperto con iniziale residua probabilitá di rovesci e/ o temporali, poi precipitazioni di tipo stratiforme ( fig 6 cumulate 24 ore -ECMWF) con qualche intervallo a metá giornata; tra serata e notte attenuazione dei fenomeni ad iniziare da ovest regione. Nevicate attorno ai 1500-1700 m

🔹TEMPERATURE
📍minime: in diminuzione con valori attorno ai 9/11 gradi
📍massime: in diminuzione, valori tra i 14 e 17 gradi
ZERO TERMICO: fino a 1800 metri in lieve aumento dalla sera
🔹VENTI: Ancora nord orientali deboli-moderati sul settore occidentale forti vicino alla costa, attenuazione dalla tarda serata.

A cura di Paolo Frontero.

▶️PREVISIONE PER MERCOLEDI’ 8 E GIOVEDI’ 9 MAGGIO

◾L’Europa centro-occidentale, così come l’area Atlantica continuano a essere interessate dal transito di minimi depressionari intervallati da qualche temporanea pausa di bel tempo.
Tra domani e dopodomani il nostro territorio sarà raggiunto da una nuova perturbazione (immagine satellitare allegata), che nel pomeriggio-sera di mercoledì e la mattinata di giovedì porterà nuove piogge in pianura e nevicate in montagna a quote medio-alte.

Nel dettaglio:
◾Mercoledì: Fin dal primo mattino troveremo della nuvolosità di passaggio a medio-alta quota su tutta la regione, alternata a occasionali timide schiarite ogni tanto.
Nel corso del pomeriggio la probabilità di precipitazioni andrà aumentando a iniziare dai settori occidentali, con piogge sparse e non esclusi locali fenomeni temporaleschi in pianura. Nevicate sui rilievi mediamente oltre i 1600-1800 m.
Tra la tarda serata e la notte è attesa una temporanea pausa dei fenomeni sulla medio-bassa pianura, mentre sulle restanti zone potranno essere ancora presenti delle precipitazioni in genere deboli.
Temperature minime in aumento, comprese tra 7°C e 11°C. Massime generalmente stazionarie, comprese tra 15°C e 19°C.
Ventilazione nord-orientale, prevalentemente di debole intensità sulla pianura interna, fino a moderata sulla fascia costiera. Rotazione dei venti dal pomeriggio fino a divenire sud-orientali.

◾Giovedì: Nuvolosa ancora diffusa e compatta su tutta la regione con nuove precipitazioni in arrivo da ovest durante le prime ore del mattino. Prima parte di giornata quindi caratterizzata da piogge anche diffuse e locali rovesci in pianura, con quota neve intorno ai 1700-1900 m sulle Prealpi e 1500-1700 m sulle Alpi e Dolomiti.
Da metà giornata attenuazione dei fenomeni con schiarite sempre più ampie a partire dalle zone pianeggianti occidentali, mentre sui rilievi e zone di pianura limitrofa potrà essere ancora possibile qualche residuo piovasco o acquazzone.
Temperature in generale aumento, con minime comprese tra 10°C e 13°C e massime tra 18°C e 21°C
Ventilazione debole-moderata sud-orientale, in particolare sulla fascia costiera. Dal pomeriggio venti in attenuazione.

Immagine satellitare, fonte Eumetsat
Mappa GFS per domani
Webcam da Arabba ❄

Bollettino previsionale a cura di Matteo Moro.

IL TEMPO DELLA SETTIMANA: RITORNO ALLA NORMALITA’

La primavera generalmente ha due volti: uno stabile e caldo, dal punto di vista configurativo dominato da alta pressione soprattutto alle quote medie atmosferiche (500 hpa), e uno più fresco, variabile e a tratti instabile, dominato da correnti e ondulazioni di provenienza atlantica o artica, e pressione più bassa.

Nel mese di marzo abbiamo visto il primo volto, mentre nel mese di aprile e inizio maggio (e probabilmente fino quasi e metà mese) si è verificato il secondo, con anche due episodi molto freddi per il periodo.
Quello di oggi possiamo definirlo estremo, con tempi di ritorno pluridecennali (dalle due carte allegate riferite alla prossima notte si vedono valori sia termici a 850 hpa che geopotenziali tipicamente invernali).

Cosa succederà ora?
piano piano si tornerà su valori termici adeguati al periodo (circa +10 di minima e +20 di massima per la prima decade di maggio), ma ancora una vera fase stabile della durata di più di 2-3 giorni non si intravede nei modelli matematici, neanche guardando a lunga distanza (7-8 giorni).

Le giornate di domani, martedì e prima parte di mercoledì saranno stabili e perlopiù soleggiate, con temperature in graduale aumento, rimanendo comunque sotto i valori medi del periodo. Attenzione domattina a possibili danni da freddo alle colture, dove il cielo fosse sereno e senza vento.

Da mercoledì pomeriggio-sera e per la giornata di giovedì transiterà un nuova perturbazione, stavolta portata da correnti occidentali, non fredde come quelle attuali, e quindi con quota neve alta.

A seguire una nuova fase più stabile, ma su questo aggiorneremo in seguito vista la notevole distanza temporale.
Per il prossimo weekend non si può ad oggi dire nulla, se non che difficilmente avremo una fase calda con il cosiddetto “anticipo d’estate”, per il quale bisogna aspettare ancora.
Analisi di Fabio Turetti.

PREVISIONI PER SABATO 4 E DOMENICA 5 MAGGIO

⛈Buona serata a tutti gli amici di Serenissima Meteo con questa suggestiva foto dalla laguna di Venezia scattata dall’amico Stefano Perini e che rappresenta il leitmotiv del tempo di oggi🌧

🔷SITUAZIONE METEO
Nello scenario sinottico europeo alquanto dinamico, si sta realizzando quanto previsto nei giorni scorsi dai modelli. La parte più avanzata del fronte polare associato ad un sistema depressionario che si estenderá sempre più lungo i meridiani dal circolo polare Artico fino alle nostre regioni settentrionali ( fig 2 mappa emisferica geop. 500 hPa e isobare suolo ECMWF) ha giá indotto fenomeni temporaleschi irregolari localmente grandinigeni specie sui rilievi e a tratti limitrofa pianura come quella veneziana ( fig 3 mappa isoiete ARPAV ). Il canale di irruzione di aria artica impattando contro le Alpi tende a splittare: il ramo principale del flusso entrerá dalla Valle del Rodano dando origine per domenica, a seguito di un notevole apporto di vorticitá positiva( fig 4 mappa di relativa vorticitá -BOLAM), ad un profondo minimo depressionario dapprima in prossimitá del Golfo di Genova e in successivo rapido trasferimento per lunedí verso l’Adriatico. Le temperature a 850 hPa scenderanno fino a valori invernali raggiungendo anche i -4°C ( fig.5 Ensemble temperatura 850 hPa e prec. GFS) apportando sempre per domenica un clima temporaneamente di stampo invernale con nevicate a bassa quota.

🔹PREVISIONI PER SABATO 4 MAGGIO
Cielo irregolarmente nuvoloso con schiarite alternate ad annuvolamenti anche intensi accompagnati da locali rovesci o temporali più probabili nelle ore pomeridiane-serali e sulla fascia pedemontana, quantitativi cumulati nelle 24 ore sui 25-30 mm( fig.6 mappa isoiete 24 ore -Super HD).
📍TEMPERATURE:
-Minime in contenuta diminuzione tra 10 e 12 gradi
-Massime in lieve diminuzione attorno ai 17/19 gradi
-Zero Termico attorno ai 2000 metri in diminuzione
📍VENTI: deboli-moderati orientali nell’entroterra, moderati sud orientali sulla costa, colpi di vento nelle aree temporalesche.

🔹PREVISIONI PER DOMENICA 5 MAGGIO
Tempo in prevalenza perturbato con precipitazioni anche intense non escludendo ancora qualche temporale. Piogge accumulate sulle 24 ore tra i 25 ed i 45 mm, localmente massimi di 50 mm nella fascia centro-settentrionale della regione ( fig 7 mappa isoiete 24 ore -Super HD). Limite delle nevicate in abbassamento fin verso i 600-700 metri, nelle vallate possibili anche a quote più basse. Attenuazione dei fenomeni in serata ad iniziare dal Veneto occidentale.
📍TEMPERATURE
Sensibile diminuzione sia delle minime che delle massime con scarsa escursione termica giornaliera.
-minime comprese tra 7 e 9 gradi
-massime tra 10 e 13 gradi.
-Zero termico fin verso 900 metri in lieve aumento dalla tarda serata.
📍VENTI:nell’entroterra da nord est moderati a tratti forti, sulla costa localmente tempestosi, attenuazione verso sera.

A cura di Paolo Frontero.

🌧️ PREVISIONI PER VENERDÌ 3 MAGGIO 🌧️

Buonasera amici di Serenissima Meteo.
Siamo ormai giunti al fine settimana, il quale sarà segnato da una più significativa perturbazione, con temporaneo calo termico, cielo coperto e frequenti precipitazioni, le quali avverranno sotto forma di neve sui monti anche a quote basse
Ma andiamo a vedere nello specifico la giornata di domani.

Nottetempo e al mattino cielo molto nuvoloso con rovesci sparsi e temporali prima sui rilievi e poi in pianura. I fenomeni cesseranno gradualmente verso il tardo mattino.
Durante il pomeriggio nuova genesi temporalesca diffusa, specialmente in pianura centro-orientale e zone montane. I temporali potrebbero risultare localmente e temporaneamente intensi.
Alla sera ancora spiccata variabilità con rovesci e locali temporali, con probabilità in calo verso fine periodo.
Per quanto concerne il settore montano, la quota neve sarà superiore ai 1800 metri circa.
🌡️Le temperature minime saranno in leggero aumento, quelle massime in diminuzione rispetto a ieri.
🌬️ La ventilazione in pianura sarà principalmente dai quadranti occidentali, con occasionali raffiche durante i temporali.

A cura di Francesco De Bon e Melissa Briotto.