PREVISIONI PER SABATO 4 E DOMENICA 5 MAGGIO

⛈Buona serata a tutti gli amici di Serenissima Meteo con questa suggestiva foto dalla laguna di Venezia scattata dall’amico Stefano Perini e che rappresenta il leitmotiv del tempo di oggi🌧

🔷SITUAZIONE METEO
Nello scenario sinottico europeo alquanto dinamico, si sta realizzando quanto previsto nei giorni scorsi dai modelli. La parte più avanzata del fronte polare associato ad un sistema depressionario che si estenderá sempre più lungo i meridiani dal circolo polare Artico fino alle nostre regioni settentrionali ( fig 2 mappa emisferica geop. 500 hPa e isobare suolo ECMWF) ha giá indotto fenomeni temporaleschi irregolari localmente grandinigeni specie sui rilievi e a tratti limitrofa pianura come quella veneziana ( fig 3 mappa isoiete ARPAV ). Il canale di irruzione di aria artica impattando contro le Alpi tende a splittare: il ramo principale del flusso entrerá dalla Valle del Rodano dando origine per domenica, a seguito di un notevole apporto di vorticitá positiva( fig 4 mappa di relativa vorticitá -BOLAM), ad un profondo minimo depressionario dapprima in prossimitá del Golfo di Genova e in successivo rapido trasferimento per lunedí verso l’Adriatico. Le temperature a 850 hPa scenderanno fino a valori invernali raggiungendo anche i -4°C ( fig.5 Ensemble temperatura 850 hPa e prec. GFS) apportando sempre per domenica un clima temporaneamente di stampo invernale con nevicate a bassa quota.

🔹PREVISIONI PER SABATO 4 MAGGIO
Cielo irregolarmente nuvoloso con schiarite alternate ad annuvolamenti anche intensi accompagnati da locali rovesci o temporali più probabili nelle ore pomeridiane-serali e sulla fascia pedemontana, quantitativi cumulati nelle 24 ore sui 25-30 mm( fig.6 mappa isoiete 24 ore -Super HD).
📍TEMPERATURE:
-Minime in contenuta diminuzione tra 10 e 12 gradi
-Massime in lieve diminuzione attorno ai 17/19 gradi
-Zero Termico attorno ai 2000 metri in diminuzione
📍VENTI: deboli-moderati orientali nell’entroterra, moderati sud orientali sulla costa, colpi di vento nelle aree temporalesche.

🔹PREVISIONI PER DOMENICA 5 MAGGIO
Tempo in prevalenza perturbato con precipitazioni anche intense non escludendo ancora qualche temporale. Piogge accumulate sulle 24 ore tra i 25 ed i 45 mm, localmente massimi di 50 mm nella fascia centro-settentrionale della regione ( fig 7 mappa isoiete 24 ore -Super HD). Limite delle nevicate in abbassamento fin verso i 600-700 metri, nelle vallate possibili anche a quote più basse. Attenuazione dei fenomeni in serata ad iniziare dal Veneto occidentale.
📍TEMPERATURE
Sensibile diminuzione sia delle minime che delle massime con scarsa escursione termica giornaliera.
-minime comprese tra 7 e 9 gradi
-massime tra 10 e 13 gradi.
-Zero termico fin verso 900 metri in lieve aumento dalla tarda serata.
📍VENTI:nell’entroterra da nord est moderati a tratti forti, sulla costa localmente tempestosi, attenuazione verso sera.

A cura di Paolo Frontero.

🌧️ PREVISIONI PER VENERDÌ 3 MAGGIO 🌧️

Buonasera amici di Serenissima Meteo.
Siamo ormai giunti al fine settimana, il quale sarà segnato da una più significativa perturbazione, con temporaneo calo termico, cielo coperto e frequenti precipitazioni, le quali avverranno sotto forma di neve sui monti anche a quote basse
Ma andiamo a vedere nello specifico la giornata di domani.

Nottetempo e al mattino cielo molto nuvoloso con rovesci sparsi e temporali prima sui rilievi e poi in pianura. I fenomeni cesseranno gradualmente verso il tardo mattino.
Durante il pomeriggio nuova genesi temporalesca diffusa, specialmente in pianura centro-orientale e zone montane. I temporali potrebbero risultare localmente e temporaneamente intensi.
Alla sera ancora spiccata variabilità con rovesci e locali temporali, con probabilità in calo verso fine periodo.
Per quanto concerne il settore montano, la quota neve sarà superiore ai 1800 metri circa.
🌡️Le temperature minime saranno in leggero aumento, quelle massime in diminuzione rispetto a ieri.
🌬️ La ventilazione in pianura sarà principalmente dai quadranti occidentali, con occasionali raffiche durante i temporali.

A cura di Francesco De Bon e Melissa Briotto.

☀️PREVISIONI PER MERCOLEDÍ PRIMO MAGGIO E GIOVEDÍ 2 MAGGIO🌤

❗️Un saluto a tutti voi amici di Serenissima Meteo con questa foto da MALCESINE (VR) che mostra il pomeriggio di questa giornata trascorsa spesso soleggiata, ma con le tipiche nubi orografiche che sovrastano le cime attorno al Lago di Garda

🔷SITUAZIONE GENERALE
Il minimo depressionario in quota si é trasferito come previsto verso sud-est determinando per le prossime 48 ore un respiro anticiclonico per l’instaurarsi di un temporaneo promontorio (fig 2 Geopot. a 500 hPa e temp 850 hPa per le 00 del 2 maggio-ECMWF). Oggi grazie al soleggiamento vi é stata una netta ripresa delle temperature con massime fino a 21 gradi ( fig 3 mappa isoterme ARPAV). Confermato tuttavia il peggioramento per il fine settimana dovuto alla discesa di aria artica il cui primo fronte sull’Europa Centrale é visibile nella mappa sinottica prevista per il giorno 3 maggio ore 00 dal DWD ( fig 4)

🔹PREVISIONI
In prevalenza soleggiato con qualche annuvolamento pomeridiano piú consistente sui rilievi. Nel corso del pomeriggio-sera di giovedí aumento della nuvolositá alta, poi possibilitá verso tarda serata di qualche rovescio piú probabile sui rilievi.

📍TEMPERATURA
In generale aumento; altezza dello zero termico attorno ai 2500 metri.
-minime tra i 7 ed i 10 gradi nell’entroterra, fino a 13 gradi in prossimitá della costa.
-massime tra i 21/22 gradi per il primo maggio, fin verso i 23 gradi per giovedí, non escludendo locali punte di 24 gradi.

📍VENTI
In prevalenza deboli a tratti moderati occidentali, da giovedí sera rotazione con provenienza da est.

A cura di Paolo Frontero.

❗️PREVISIONI A MEDIA SCADENZA E CENNI A LUNGA❗️

♦️LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA…DA DOMANI NETTO MIGLIORAMENTO; PIÚ SOLEGGIATO E TEMPERATURE IN RIPRESA FINO AL 2 MAGGIO, POI UN WEEK-END CON NUOVI TEMPORALI E FREDDO PER LA STAGIONE

🔷SITUAZIONE GENERALE
Il minimo freddo di -30 gradi a 5000 metri associato al cut-off responsabile del maltempo con freddo delle ultime ore ( fig 1 analisi geop. e temperatura a 500 hPa) tende a spostarsi verso sud-est. In seguito un temporaneo promontorio con asse meridiano da Tunisia a Norvegia favorirá per breve tempo correnti più secche e stabili ( fig 2 geop. 500 hPa e T 850hPa 1´maggio ore 00 -ECMWF). Un nuovo peggioramento di stampo dapprima temporalesco è da attendersi giá da venerdí 3 maggio per avvezione di vorticitá positiva ( fig 3 mappa vorticitá 500 hPa WRF-ARW) causata dall‘arrivo di aria artica a basse latitudini ( fig 4 Anomalie termiche 850 hPa-ECMWF). Sará da valutare attentamente quanto e come la nostra regione si troverá esposta a tale flusso.

🔹DA MARTEDÍ 30 APRILE A MERCOLEDÍ 1 MAGGIO
Per martedí alternanza di nubi e sole, non escludendo specie sulle aree montane qualche piovasco pomeridiano; per il primo maggio decisamente più sole tranne qualche nube termoconvettiva pomeridiana in montagna.
Temperature in lieve aumento: minime tra +6 e +8 gradi, massime in aumento dai 20 gradi di domani ai 22/23 gradi per il primo maggio. Zero termico dagli attuali 1400 metri ai 2400 m di mercoledí. Venti tra deboli e moderati occidentali

🔹DA GIOVEDÍ 2 MAGGIO A VENERDÍ 3 MAGGIO
Giovedí in prevalenza soleggiato dal pomeriggio-sera annuvolamenti cumuliformi specie in montagna non escludendo isolati rovesci. Nel corso di venerdí il transito di un fronte freddo ( fig 5 mappa al suolo con fronti -DWD) determinerá un incremento dell‘instabilitá specie al pomeriggio con occasione di rovesci ed attivitá temporalesca da dettagliarsi meglio nei prossimi bollettini. Abbassamento dello zero termico per venerdì fin verso i 1500 metri
Temperature in diminuzione da venerdí, venti nord orientali in intensificazione.

❇️CAMPI MEDI PREVISTI DA SABATO 4 MAGGIO A GIOVEDÍ 9 MAGGIO
La nostra regione si trova ancora interessata da correnti più fredde ( fig 6 anomalie 500 hPa -ECMWF) che nella prima parte del periodo producono instabilitá pomeridiana associata a rovesci o fenomeni temporaleschi, tuttavia la tendenza è a graduale stabilizzazione verso fine validitá, temperature inizialmente sotto media con graduale ripresa a fine periodo.

A cura di Paolo Frontero

TEMPO DISCRETO SABATO, PIÙ FREDDO E INSTABILE DOMENICA

Un fine settimana a due facce quello che si apprestiamo a vivere dal punto di vista meteorologico: spiragli di sole e temperature gradevoli SABATO, mentre molte nubi e ancora instabilità DOMENICA.

Ma vediamo con ordine:

La giornata di SABATO vedrà infatti il nostro territorio interessato da correnti in quota mediamente nord occidentali (figura 1), meno capaci quindi di produrre nubi e precipitazioni, tuttavia non si può escludere del tutto qualche rovescio o locale temporale, in particolare sui rilievi e zone interne della pianura per termoconvezione diurna (figura 2).
Ci attendiamo una giornata con ampi spazi soleggiati alternati ad annuvolamenti a tratti compatti (specie sui settori montani) segnatamente nel corso delle ore più calde.

Le temperature massime saranno ancora gradevoli e su valori attorno alle medie del periodo (tra i 20 e i 24 gradi in pianura).

La giornata di DOMENICA vedrà il nostro territorio interessato da flussi in quota che torneranno a disporsi da ovest-sudovest, più capaci quindi di produrre instabilità, supportati anche dall’ingresso di una massa d’aria nettamente più fredda che favorirà un netto calo termico, soprattutto sui settori centro orientali e sui rilievi (figura 3).
Si tratterà di una giornata con cielo nuvoloso o coperto fin dal mattino con fenomeni in genere di modesta entità sui settori pianeggianti occidentali e via via più consistenti verso est e sui rilievi.
Nel corso del pomeriggio, a partire da ovest, saranno possibili delle schiarite, alternate a nuovi addensamenti, anche di tipo cumuliforme, eventualmente associati a temporali (figura 4).

Le temperature si manterranno piuttosto basse per il periodo anche se nettamente disomogenee (il veronese potrebbe raggiungere i 17/19 gradi, il trevigiano potrebbe non superare i 15 nelle massime diurne.
Più freddo anche in montagna ove la neve potrebbe nuovamente scendere fino ai 1000/1200 metri sulle Dolomiti e sui 1500 metri sulle prealpi.

Analisi e previsione di Marco Rabito.