♦️PREVISIONE PER VENERDÍ 21 DICEMBRE 2018♦️

🎄Buona serata a tutti gli amici di Serenissima Meteo, ecco una foto dal Rifugio Telegrafo, si nota la neve fresca della scorsa notte. A tal proposito come meteorologo senior dell’Associazione devo complimentarmi con i colleghi per la corretta tempistica nonché corretta previsione del livello delle nevicate.Ricordo che per ben determinare tale livello non é sufficiente togliere 300 o 400 metri dalla quota dello zero termico, ma bisogna fare una attenta analisi termodinamica della colonna d’aria che il fiocco deve attraversare, nonché avere conoscenza del territorio.
📍In fig 2 uno schema ove si vede la complessitá nell’ individuare il tipo di precipitazione: quando il fiocco cade attraverso strati a diversa temperatura, si potrá avere ( guardando da sinistra a destra) rispettivamente neve, nevischio, pioggia ghiacciata ( gelicidio) o pioggia.

🔹SITUAZIONE GENERALE
Una struttura bipolare in quota divide l’Europa in due, nella metá settentrionale prevale il flusso perturbato atlantico in quella mediterranea é in rimonta un robusto sistema anticiclonico che apporterá da domani sul Veneto una notevole avvezione calda con il previsto innalzamento dello zero termico fino a 3000 metri ( fig 3 Meteoblue).

🔹PREVISIONI
Al mattino nebbie fino al suolo o parzialmente sollevate, perlopiù soleggiato in montagna; nel pomeriggio aumento della nuvolositá di tipo medio-alto.
📍Temperature minime tra -1 gradi dell’entroterra e +2 gradi vicino alla costa, massime tra +3 e +5 gradi. Venti sempre più dall’ovest, forti in montagna.

A cura di Paolo Frontero.

➡️ PREVISIONE PROSSIME ORE E GIOVEDI’ 20 DICEMBRE

Ben ritrovati amici di SerenissimaMeteo
Nelle prossime ore è atteso un nuovo peggioramento del tempo sul nostro territorio, causa la formazione di un minimo depressionario sul golfo Ligure, che porterà piogge e nevicate a quote basse tra la tarda serata e la mattinata di domani.

◾ In serata il cielo si presenterà molto nuvoloso o coperto, con precipitazioni deboli e a carattere sparso, che inizieranno a interessare il Veronese e Vicentino, per poi estendersi al resto del territorio nella notte.
Il culmine del peggioramento è atteso tra la notte e le prime ore di domani, con fenomeni più diffusi che localmente potranno essere anche di moderata intensità.

❄ La quota neve sarà piuttosto disomogenea e più bassa sui settori occidentali rispetto a quelli orientali, localmente soggetta alle intensità puntuali dei fenomeni.
Nel dettaglio: possibili accumuli a quote anche inferiori ai 400/600 metri sulle prealpi vicentine occidentali e Lessinia, 500/800 metri sulle prealpi centro orientali vicentine e trevigiane.
Saranno possibili nevicate con accumulo anche a quote inferiori specie nei fondovalle stretti e durante i fenomeni più intensi.
Sara altresì possibile osservare qualche momento di pioggia mista a neve anche a quote prossime a quelle pianeggianti, specie sul vicentino occidentale e sulla pedemontana vicentina settentrionale in eventuale presenza di precipitazioni moderate.
La neve cadrà quote più basse su Alpi e Dolomiti, seppure in minor quantità (pochi centimetri e non ovunque).
Gli accumuli nivometrici saranno variabili e destinati ad essere maggiori in virtù dell’altimetria.
Ai 1000 metri dell’Altopiano di Asiago si potrebbero anche superare i 10 cm totali.

◾Nel Corso della mattinata di domani le precipitazioni andranno a cessare iniziando dalle zone occidentali, dove seguiranno locali schiarite, specie sui rilievi.
Nel pomeriggio alternanza di nubi basse e schiarite in pianura, mentre in montagna il tempo sarà soleggiato. Dalla serata possibili foschie e nebbie sulle zone pianeggianti.

Le temperature minime saranno comprese tra 2°C e 5°C, mentre le massime tra 6°C e 8°C.
La ventilazione sarà nord-orientale di debole-moderata intensità specie lungo la costa. Debole occidentale dal pomeriggio.

Mappa GFS
Previsione a cura di Matteo Moro.

♦️PREVISIONI PER IL 19 DICEMBRE 2018

🔹Buona serata a tutti gli amici con questa bella composizione del satellite “Aqua“ in cui si nota lo strato nebbioso sulla Val Padana, nonché in colorazione più bianca la neve caduta su Appennino ed Emilia

🔹SITUAZIONE GENERALE
Come riferito ieri, il sistema depressionario denominato dal DWD ( fig 2) “Reinhild” inizierá ad interessarci nel corso di domani fino a giovedí mattina. Poi vi sará un miglioramento con arrivo di aria piú mite che porterá lo zero termico fin quasi a 3000 metri a fine settimana.

🔹PREVISIONI
Al mattino residue nebbie mattutine, in seguito cielo molto nuvoloso o coperto e dalla serata prime precipitazioni a carattere debole con neve tra i 500 e 600 metri (fig 3 mappa tipo di precipitazioni modello WRF )
📍Temperature minime nell’entroterra fino a -2,-3 gradi, nei pressi della costa fino a +3,+4. Massime tra +6 e +8 gradi. Zero Termico attorno ai 1000 metri.
Venti deboli occidentali, in rotazione da nord-est e rinforzo specie verso la costa.
A cura di Paolo Frontero.

☀️PREVISIONI PER MARTEDÍ 18 DICEMBRE🌤

♦️Buona serata con questa immagine da La Voce di Rovigo.it che testimonia delle deboli nevicate che durante la notte hanno interessato il Polesine ( fig 2 mappa precipitazioni Arpav), mentre il resto della regione, nonostante gran parte della modellistica indicasse diversamente, é rimasta esterna a precipitazioni significative; copiose invece le nevicate a sud del Po.

🔹SITUAZIONE GENERALE
Dopo il transito notturno del sistema perturbato, si va espandendo un temporaneo promontorio di alte pressioni con asse da Algeria a Norvegia che garantirá 24-36 ore di tempo stabile ( fig 3 ) . Successivamente aria mite ed umida sará convogliata verso le nostre regioni da una saccatura atlantica determinando un nuovo peggioramento del tempo giá da mercoledí.

🔹PREVISIONI
Prevalenza di tempo buono, molto probabile qualche banco di nebbia mattutina in dissolvimento durante il giorno.
📍Temperature minime tra -1 e – 4 gradi, massime comprese tra 6 gradi dell’entroterra ed 8 gradi verso la costa. Zero termico attorno ai 1300 metri. Venti deboli in prevalenza occidentali.

🔵PREVISIONE PER DOMENICA 16 DICEMBRE🔵

Arriverà la neve in pianura?
Quali zone saranno quelle più favorite da questa eventualità?

Ben ritrovati amici di SerenissimaMeteo.
La giornata di domani sarà inizialmente stabile su buona parte del territorio, tuttavia dal pomeriggio osserveremo annuvolamenti via via più compatti a partire dai settori più occidentali a causa della formazione di un minimo depressionario tra il sud della Francia e l’Italia centro settentrionale.
Tra la notte e la prima mattinata questa struttura barica tenderà a traslare verso il centro Italia, favorendo un modesto richiamo di masse d’aria più mite ed umida.
Secondo le elaborazioni più recenti dei principali modelli ad alta risoluzione si potrebbe trattare di un debole peggioramento, che non porterà importanti fenomeni sul nostro territorio.
Va tuttavia sottolineato che, sui settori della pianura interna e più occidentale questi fenomeni trovando una discreta colonna d’aria potranno risultare nevosi anche fino a quote pianeggianti.

Domenica 16 dicembre:
Al mattino il cielo si presenterà nuvoloso o parzialmente nuvoloso, con possibili temporanee schiarite, specie sulle zone montane.
Dal pomeriggio la nuvolosità andrà aumentando gradualmente, fino a cielo molto nuvoloso o coperto.
In serata e, come indicato, a partire dai settori sud occidentali, saranno possibili le prime deboli precipitazioni, inizialmente a carattere sparso, prevalentemente nevose fino in pianura.

❄ Si tratterà di fenomeni generalmente deboli e intermittenti, ma che potranno localmente apportare dei modesti accumuli al suolo tra Veronese, Vicentino, parte del Padovano e Rodigino.
Sui restanti settori, più orientali, i fenomeni saranno più sporadici, molto deboli o del tutto assenti.
Nel corso della notte la colonna d’aria andrà via via degradandosi, seppure molto gradualmente, favorendo il passaggio a pioggia o pioggia mista a neve su buona parte delle zone sopra citate, eccetto Veronese e Vicentino che potrebbero disporre di una colonna d’aria adeguata per un periodo più duraturo.
Le temperature minime saranno comprese tra 0°C e -3°C, con diffuse gelate anche in pianura. Le massime invece difficilmente supereranno i 3°C/4°C.
La ventilazione sarà di Bora al suolo e risulterà di debole o a tratti moderata intensità, specie dalla sera.

Facciamo presente che la situazione è ancora delicata, come avete potuto apprendere dal bollettino e soggetta a ulteriori possibili affinamenti e modifiche, vi invitiamo pertanto a rimanere aggiornati sulla nostra pagina.

Condividendo questi post valorizzerete il nostro lavoro.

Mappa Meteonetwork con Temperatura e GPT a 500hpa nella prima mattinata di lunedì

Analisi e previsione a cura di Matteo Moro.